1. Discover Lexus
  2. LF Z concept car

LEXUS COLLABORA CON ARTISTI E DESIGNER PER UNA SERIE DI INTERNI VIRTUALI DELLA NUOVA CONCEPT CAR LF-Z ELECTRIFIED

I design immaginati dal designer di calzature Salehe Bembury, dall’artista Ondrej Zunka e dal marchio di moda Hender Scheme riflettono il patrimonio e il futuro del marchio automobilistico.

Per celebrare l’anteprima mondiale di LF-Z Electrified, una concept car a batteria elettrica che simboleggia la fase successiva del marchio, Lexus ha collaborato con tre artisti e designer all’avanguardia per ripensare gli interni della nuova concept car. La star dei designer di calzature Salehe Bembury, l’artista digitale Ondrej Zunka e la casa di moda giapponese Hender Scheme hanno presentato degli interni realizzati virtualmente che riflettono l’impegno continuo di Lexus ad accelerare il proprio futuro elettrificato.

Concepita come una piattaforma di collaborazione, la serie di interni virtuali LF-Z Electrified riunisce dei talenti ambiziosi e innovativi in una gamma di processi creativi. Il programma introduce un nuovo approccio al design, una sinergia tra arte, moda, lifestyle e tecnologia che sfida lo status quo del panorama automobilistico. Il team di creativi, accuratamente selezionati da Lexus, esemplifica i vari aspetti dei principi fondanti di Lexus: design ispirato al futuro, tradizione giapponese e lavorazione artigianale Takumi, nonché una migliore connessione tra uomo e macchina.

“LF-Z Electrified incarna il futuro del marchio Lexus, perciò è entusiasmante vedere tale futuro rappresentato da talenti così diversi nell’ambito del design”, ha dichiarato Brian Bolain, general manager di Lexus International. “Ognuna delle collaborazioni porta un’energia innovatrice che non solo reinterpreta gli interni della LF-Z, ma esamina anche i temi del nuovo capitolo di Lexus.”

Salehe Bembury: plasmare l’estetica del futuro con materiali organici e colori brillanti

A dare il via alla serie è il pluripremiato designer di calzature Salehe Bembury, il cui concetto di design degli interni è completamente ispirato al futuro. Portando il suo approccio di design ispirato alla natura sulla LF-Z Electrified, Bembury ha concepito degli interni virtuali che uniscono l’estetica del futuro a materiali di origine organica, oltre che all’uso di colori brillanti, suo vero marchio di fabbrica.

“Voglio che quest’auto appaia come una sovrapposizione continua tra macchina e natura”, ha dichiarato Bembury. “Utilizzando equamente la funzione della macchina e i benefici, oltre alla natura, per alimentare e aver cura dei passeggeri fino alla destinazione finale”.

Il concept usa colori ispirati ai paesaggi di arenaria insieme ad altri toni naturali, mettendo da parte i tradizionali materiali futuristici in favore di materiali naturali come cedro, sughero e granito. Questi materiali naturali si affiancano a tessuti e modelli che richiamano il background di Bembury nel design delle calzature sportive, come la pelle scamosciata “lanosa” usata per gli schienali e un motivo con impronte digitali che si trova spesso nei lavori del designer, qui applicati sul pannello di controllo personalizzato.

“Così come ha sempre fatto con le calzature, Salehe ha spinto il design oltre i limiti di ciò che può essere in termini di selezione dei materiali, della silhouette e della narrazione”, ha dichiarato Bolain. “È uno dei designer più entusiasmanti nel campo delle sneaker in questo momento e incarna quel pensiero audace e quell’energia che vediamo nel futuro di Lexus”.

Ondrej Zunka: abbracciare senza soluzione di continuità le tecnologie future radicate in un'analisi attenta

Rinunciando alle tradizionali nozioni del design automobilistico e proiettando la Lexus LF-Z Electrified nel futuro, la concept car di Ondrej Zunka presenta meccanismi dell'era spaziale e materiali fantascientifici oltre a tonalità multidimensionali che trascendono tempo e spazio. ne “Questo design di interni è puramente speculativo, pertanto ho fatto affidamento su libere associazioni, pura immaginazione e creatività”, ha dichiarato Zunka. “Volevo far sì che gli interni si percepissero come se non fossero stati creati dall’uomo, bensì da una sofisticata intelligenza artificiale. Volevo andare oltre qualsiasi linguaggio e concept di design già noti, senza farmi influenzare dagli elementi tipici dell’interior design automobilistico”.

Osservando l’impegno di Lexus nella tecnologia intuitiva, Zunka, attraverso la lente della sua esperienza artistica digitale, rende un interno virtuale che va oltre i confini della funzionalità e del design. Gli interni tecnologicamente avanzati immaginano un’illuminazione intelligente lungo i pannelli dell’auto che emana una sensazione del tutto viscerale che influisce delicatamente sull’atmosfera. I cuscini dei sedili in silicone traslucido con proprietà simili a quelle della schiuma "memory-foam" e il tetto panoramico, realizzato in cromo spazzolato, completano la visione iperfuturistica di Zunka per la Lexus LF-Z Electrified.

Hender Scheme: una lavorazione artigianale della pelle che affonda le proprie radici nella tradizione giapponese

Con la sua profonda attenzione per le caratteristiche naturali della pelle, la casa di moda Hender Scheme di Tokyo rappresenta una scelta naturale per riflettere la tradizione giapponese e la lavorazione artigianale Takumi di Lexus. Per i suoi interni virtuali della LF-Z Electrified, Hender Scheme immagina un interno completamente in pelle abbinato alla tecnologia innovativa della concept car. Il materiale organico non trattato svilupperà una patina nel tempo, rendendo più intenso il colore e diventando unico per ogni auto. Il concept riflette il passaggio del tempo e la relazione del conducente con la vettura.

In un processo che rispecchia le 60.000 ore di esperienza richieste per diventare un artigiano Takumi di Lexus, il design affonda le proprie radici nel lavoro svolto dai mastri artigiani del distretto di Asakusa, a Tokyo. All'inizio del processo, la pelle richiede occhi esperti per poter identificare le caratteristiche naturali del materiale da usare nel progetto, come lo spessore e l’elasticità. Vengono quindi introdotti i metodi di stampaggio per modellare la pelle sul tetto, sugli sportelli e sul cruscotto, rifinendo splendidamente queste parti scultoree.